• luglio

    3

    2017
  • 376
L’Insostenibile leggerezza dell’Essere

L’Insostenibile leggerezza dell’Essere

Tanto tempo fa, l’uomo ascoltava con stupore un suono di colpi regolari che veniva dal suo petto e non si immaginava certo che cosa fosse.
Non riusciva a identificarsi con una cosa tanto estranea e sconosciuta come un corpo.
Il corpo era una gabbia e al suo interno c era qualcosa che guardava, ascoltava, aveva paura, rifletteva e si stupiva; questo qualcosa, questo resto lasciato dalla sottrazione del corpo, era l’Anima.

Je Suis
Più Visti